Xagena Newsletter
Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net

La perdita ossea postmenopausale nella colonna vertebrale è associata a un aumentato rischio di fratture vertebrali. Alcuni trattamenti probiotici proteggono i roditori dalla perdita ossea indotta d ...


La psoriasi è una malattia infiammatoria cronica. La dieta mediterranea ha dimostrato di ridurre l'infiammazione cronica e ha un effetto positivo sul rischio di sindrome metabolica ed eventi cardiovas ...


Non è chiaro se la via della alimentazione precoce influisca sugli esiti dei pazienti con gravi malattie critiche. Si è ipotizzato che gli esiti fossero migliori con la nutrizione enterale precoce di ...


Sono disponibili solo alcuni studi di intervento dietetico randomizzato che hanno studiato gli effetti della dieta latto-ovo-vegetariana in soggetti onnivori clinicamente sani. Sono stati asse ...


Uno studio randomizzato ha mostrato che i pazienti con diabete mellito di tipo 2 assegnati in modo casuale alla supplementazione di Cannella due volte al giorno per 3 mesi hanno mostrato un netto migl ...


L'uso di multivitaminici a lungo termine non ha avuto alcun effetto sul rischio di malattia cardiovascolare ( CVD ) nel Physicians’ Health Study II. Lo stato nutrizionale di base potrebbe aver modif ...


Gli Acidi grassi trans ( TFA ) hanno effetti cardiovascolari deleteri. Restrizioni sul loro utilizzo sono state avviate in 11 contee dello Stato di New York ( NYS ) tra il 2007 e il 2011. La Fo ...


Una revisione sistematica non ha dimostrato chiaramente che una dieta priva di glutine abbia un impatto negativo complessivo sui rischi cardiovascolari nei pazienti con malattia celiaca. Sebbene i ris ...


Uno studio dell'Università di Pisa ha mostrato che il cioccolato fondente associato all’olio extra-vergine d’oliva migliora il profilo di rischio cardiovascolare dei soggetti ad alto rischio. Una d ...


Le funzioni biologiche delle lipoproteine ad alta densità ( HDL ) contribuiscono a spiegare il ruolo cardioprotettivo della lipoproteine oltre i livelli quantitativi di colesterolo HDL. Alcuni interv ...


Uno studio ha confrontato una dieta a base di cereali integrali a una dieta a base di cereali raffinati. E’stato osservato un modesto miglioramento nelle feci, nella flora intestinale e nella risposta ...


Le persone che non dormono a sufficienza hanno una maggiore probabilità di mangiare di più durante il giorno. Ricercatori inglesi hanno scoperto che la privazione del sonno può essere associata a una ...


Sebbene gli Acidi grassi polinsaturi Omega-6 (PUFA n-6 ) siano stati raccomandati per ridurre la malattia coronarica, rimangono dubbi sui benefici rispetto ai danni, e timori per i teorizzati effetti ...


Precedenti studi sulla assunzione di Acido linoleico ( LA ), l’Acido grasso n-6 predominante, e il rischio di malattia coronarica ( CHD ) hanno fornito risultati contraddittori. È stata eseguita una ...


La somministrazione di nutrienti immunomodulanti ( ad esempio, Glutammina, Acidi grassi Omega-3, Selenio e antiossidanti ) potrebbe ridurre le infezioni e migliorare il recupero da malattie gravi. T ...