Xagena Mappa
Medical Meeting
Neurobase.it
Farmaexplorer.it

La Vitamina-E non previene lo sviluppo e la velocità di progressione della degenerazione maculare senile


Lo studio ha valutato se la supplementazione con Vitamina-E potesse influenzare l’incidenza e la velocità di progressione della maculopatia associata all’età.

Il 73% dei 1.193 volontari sani, d’età compresa tra i 55 e gli 80 anni , hanno completato lo studio. Ai soggetti partecipanti è stata somministrata ogni giorno 500 UI di Vitamina E oppure placebo, per 4 anni.

L’incidenza di degenerazione maculare precoce associata all’età è stata dell’8,6% in coloro che assumevano la Vitamina-E contro l’8,1% in quelli che ricevevano il placebo ( rischio relativo, RR=1,05 ).
L’incidenza della malattia insorta tardivamente è stata dello 0,8% versus lo 0,6% rispettivamente ( RR=1,36  ).

In questo studio la supplementazione giornaliera con Vitamina-E non è stata in grado di prevenire lo sviluppo e la progressione precoce o tardiva della degenerazione maculare senile. ( Xagena2002 )

Taylor HR et al, BMJ 2002; 325: 11


Indietro