Xagena Mappa
Medical Meeting
Cardiobase
Gastrobase.it

Gli Acidi grassi omega-3 possono abbassare il rischio di degenerazione maculare senile


L’assunzione regolare di cibi contenenti Acidi grassi omega-3, come pesce grasso, noci, olio di oliva, avendo cura di evitare i grassi trans, è associata a un più basso rischio di degenerazione maculare senile.

Due studi hanno esaminato la relazione tra Acidi grassi nella dieta e degenerazione maculare associata all’età.

Blue Mountains Eye Study

Il Blue Mountains Eye Study ha esaminato una coorte di anziani australiani composta da 3.654 soggetti al basale. Dati a 5 e/o a 10 anni sono stati ottenuti per 2.454 partecipanti.
È stato osservato che l’assunzione di pesce una volta a settimana era associata a un più basso rischio di degenerazione maculare senile precoce ( rischio relativo dopo aggiustamento per età, sesso, e abitudine al fumo, RR= 0.69 ).
Il rischio relativo era ancora più basso ( 0.57 ) nei soggetti con minore consumo mediano di Acido linoleico, un omega-6.
Il rischio era più basso tra i partecipanti che consumavano 1 o 2 porzioni di noci o noccioline a settimana ( RR= 0.65 ).
L’associazione protettiva tra il consumo di noci o noccioline e il più basso rischio di alterazioni pigmentarie era evidente nei soggetti non-fumatori, nelle persone con un più basso rapporto mediano tra colesterolo totale e colesterolo HDL, e in coloro che presentavano una più alta assunzione di Beta-carotene.

Melbourne Collaborative Cohort Study

Il Melbourne Collaborative Cohort Study ha riguardato una coorte di 6.734 soggetti australiani di età compresa tra 58 e 69 anni nel periodo 1990-1994. Sono stati esaminati i segni di degenerazione maculare senile dal 2003 al 2006.
Una più alta assunzione con la dieta di grassi insaturi di tipo trans era associata a un’aumentata prevalenza di degenerazione maculare associata all’età, in fase tardiva.
Comparando i più alti quartili di assunzione di grassi trans con quelli più bassi, l’odds ratio ( OR ) per la degenerazione maculare senile tardiva era pari a 1.76 ( p= 0.02 ), mentre la maggiore assunzione di Acidi grassi omega-3 era inversamente associata con la degenerazione maculare precoce ( OR= 0.85; p= 0.03 ).
La prevalenza di degenerazione maculare tardiva era più bassa con l’assunzione di 100 ml/settimana o più di olio d’oliva versus un’assunzione inferiore a 1 ml/settimana ( OR= 0.48; P= 0.03 ).
Nessuna significativa associazione con la degenerazione maculare senile è stata riscontrata per l’assunzione di pesce grasso, burro o margarina. ( Xagena2009 )

Fonte: Archives of Ophtalmology, 2009


Oftalm2009


Indietro