Xagena Mappa
Medical Meeting
Cardiobase
Dermabase.it

Assunzione di fibra alimentare e mortalità tra i sopravvissuti a infarto del miocardio


Sono state valutate le associazioni tra assunzione di fibra alimentare dopo infarto miocardico e le variazioni nel consumo di fibra alimentare prima e dopo l’infarto del miocardio con la mortalità per tutte le cause e la mortalità cardiovascolare.

Sono stati considerati due ampi studi prospettici di coorte di donne e uomini statunitensi con ripetute misurazioni relative alla dieta: Nurses' Health Study e Health Professionals Follow-up Study.

I partecipanti erano 2.258 donne e 1.840 uomini privi di malattie cardiovascolari, ictus, o cancro al momento dell'arruolamento, sopravvissuti a un primo infarto miocardico durante il follow-up, liberi da ictus al momento della comparsa iniziale di infarto miocardico, e che avevano completato questionari sulla frequenza alimentare prima dell’infarto miocardico e almeno un post-infarto.

Le principali misure di esito erano le associazioni di fibra alimentare post-infarto e le modifiche precedenti e successive all’infarto miocardico con la mortalità per tutte le cause e cardiovascolare, aggiustando per uso di farmaci, storia medica e stile di vita.

Una maggiore assunzione di fibre post-infarto miocardico è stata significativamente associata a una minore mortalità per tutte le cause ( confrontando i quinti estremi, hazard ratio aggregati, HR=0.75 ).

Una maggiore assunzione di fibre di cereali era più fortemente associata con la mortalità per tutte le cause ( hazard ratio aggregato, HR=0.73 ) rispetto ad altre fonti di fibra alimentare.

Una maggiore assunzione di fibre dopo l’infarto miocardico è risultata significativamente associata con una minore mortalità per tutte le cause ( hazard ratio aggregato, HR=0.69 ).

In conclusione, in questo studio prospettico di pazienti sopravvissuti a infarto miocardico, una maggiore assunzione di fibre alimentari dopo infarto, in particolare fibre di cereali, è risultata inversamente associata alla mortalità per tutte le cause.
Inoltre, l’aumentato consumo di fibra dopo infarto miocardico è risultato significativamente associato a una minore mortalità per tutte le cause e mortalità cardiovascolare. ( Xagena2014 )

Li S et al, BMJ 2014; 348: g2659

Cardio2014 EBM2014



Indietro